top of page
Cerca
  • Immagine del redattoreТимофей Милорадович

Non sono i vestiti che contano / Dillo in inglese

Aggiornamento: 5 ott 2022

- Salve, buongiorno! Io sono…


- Non mi pare di averlo chiesto


- Come, scusì?


- Che cos'è questa cosa qui, questa…. Storia che ha messo in piedi. Un’asta di beneficenza o….


- Ah, no, vede….. È che…. Sto cercando di aiutare le persone che hanno bisogno, però, guardi, che questi sono tutti ottimi capi. Sono puliti e di ottima fattura


- Di ottima fattura? Ma lo sa lei che cosa significa di ottima fattura? Questo qui che indosso io e’ un capo di ottima fattura. Questi sono solo stracci usati


- Be’, mi spiace che la pensa così. Ad ogni modo non è obbligato ad acquistare


- Ma chi? Chi comprerebbe? Eh? Queste sono tutte cose utilizzate da altri, puzzolenti. Ma al massimo potrebbe regalarle a qualche barbone, a qualche poveraccio, è disgustoso! Ah! Lei li giù’, scommetto che e’ uno di loro, non è così? Assurdo.


- Guardi…. Non dovrebbe parlare così, non so se gliel’hanno mai detto, ma non è il vestito che definisce chi sei


- E invece pensi un po’, si! E’ esattamente così come quello che indossa lei identifica chi e’ lei


- Questa è una cosa molto cattiva da dire


- Cattiva? Ma no! Questo! Questo è cattivo da fare. A me di quello che pensa lei non interessa proprio nulla. E sa che le dico? Ci si vede, anzi… Non ci si vede


______________


- Ok. Guarda, nuovo orologio, siamo sui… Va bé, ma che te lo dico a fare? Come nuovo senior manager


- Non posso di certo fare brutta figura, no?


- Cioè, scusa… In che senso? Non sapevo che già fosse tutto confermato


- Ma perché hai qualche dubbio? Chi altri lo potrebbe meritare qui, fammi capire. Senza offesa, eh


- Senti, ma io direi che sarebbe il caso di aspettare la comunicazione ufficiale, no?


- Ho già comprato una Porsche così quando mi vedranno arrivare. Già sapranno con chi hanno a che fare, no?


- Signori, buongiorno


- Dottor Bianchi, buongiorno! Non sapevo che sarebbe venuto in visita


- Sì, a me piace arrivare così, all'improvviso


- Bianchi? Ma lei non sarà il ….


- Si, Manuel, è l'amministratore delegato della nostra impresa


- Eppure dovrebbe ricordarsi di me, ci siamo visti qualche giorno fa a quella svendita di vestiti usati


- No, no, sta… Sta facendo un errore, no….


- Non si ricorda? Forse posso rinfrescarle la memoria. Com’e’ che mi ha chiamato? Barbone o pezzente… Per non parlare poi di come ha trattato quel pover’uomo. Vede, lei ha pensato immediatamente che fossi un senzatetto soltanto perché frequentavo quel mercatino e mi vestivo in maniera semplice?


- Io… io


- Guardi… Voglio raccontarle proprio la mia storia. Quando stavo lanciando questa azienda, facevo sacrifici inimmaginabili. Poiché ho iniziato da zero non avevo un capo che mi dava uno stipendio. Quindi ogni centesimo era importante per poter investire nella mia azienda. Così ho dovuto fare economia su tutto a partire dai vestiti, i mobile, accessori che acquistavo dai mercatini o dalle svendite domestiche e tanta gente conoscendo la mia difficoltà. Mi ha aiutato, regalandomi molto. E secondo lei dovrei vergognarmi per questo?


- Scusi, ma se lei è l'amministratore delegato, ma perché era a quella svendita? Lei potrebbe avere tutto quello che vuole


- Ma è proprio questo il punto. Vede, io non ho bisogno di un vestito da 500 euro per dimostrare chi sono. Io vesto semplice con una maglietta e un paio di jeans pagati 10 euro. Ma resto comunque il capo di questa azienda, e lo sa perché? Perché non è il vestito a definire chi sei


- Be’, immagino che ora lei voglia licenziarmi


- Assolutamente no. Non sono una persona cattiva e comunque non confondo mai il lavoro con la vita private. Anzi, a proposito, quasi mi stavo dimenticando il motivo per cui sono venuto qui. Vedete, abbiamo appena finito la riunione con i soci e’ stato deciso il nostro prossimo senior manager. E la scelta è ricaduta proprio su di lei, Chiara, complimenti!


- Grazie, dottor Bianchi, grazie!


- Ha fatto un lavoro eccezionale quest’anno Veramente complimenti! Signori, scusate, ma io adesso devo salutarvi. E’ stato un piacere, buona giornata


- Grazie per essere con noi! Speriamo che la storia ti sia piaciuta. Condividendo questo video puoi avere anche tu un impatto nella vita di qualcuno, donando un forte messaggio




Opzione di traduzione:



Post correlati

Perfetto - imperfetto

Sophie lavora a Dubai, ma Amy sperava di poterle chiedere un favore. Amy: Allora, tua madre è in casa? Anna: No, non c'è. Lei è... Olly? Dov'è la mamma? L'ho dimenticato. Olly: A Dubai. Sta scrivendo

Comments


bottom of page