top of page
Cerca
  • Immagine del redattoreelenaburan

Apollinaria e lezione di matematica


Apollinaria e lezione di matematica


Era la prima lezione del primo giorno di scuola, di matematica. L'insegnante, giovane e bella, con un ciuffo di capelli rossi sulla nuca, stava accanto alla lavagna e salutava tutti coloro che entravano in classe e li aiutava a trovare un posto al banco.


I banchi in classe erano disposti in tre file. Due persone potevano sedersi a ogni banco. Apollinaria decise di sedersi vicino alla finestra. Dietro la finestra c'era un bel cielo e il mare, e le piaceva guardare fuori dalla finestra per pensare tranquillamente.


"Ciao, bambini!" disse l'insegnante, "Oggi iniziamo ad imparare la matematica - la scienza dei numeri e delle misure. Considereremo forme geometriche come un triangolo, un quadrato, un rettangolo. Le disegneremo nel quaderno e conteremo quante lati ha ogni figura." "Ci possono essere quattro triangoli in ogni quadrilatero," pensò Apollinaria, "No, in realtà di più... ci potrebbero essere undici, sicuramente... No, ci potrebbero essere venti! Mi chiedo se qualcuno in classe possa trovare più triangoli in un quadrilatero? Forse avrò l'occasione di chiedere!"


Nel frattempo, l'insegnante disegnava linee sulla lavagna e parlava di come le linee parallele non si intersecano, e che la linea tra due punti si chiama segmento, che può essere uguale al numero di millimetri o centimetri. I segmenti possono essere messi in una linea singola e ottenere un segmento più lungo. Le lunghezze di diversi segmenti possono essere sommate per ottenere una somma - la loro lunghezza totale. E se un segmento viene rimosso, allora la somma delle lunghezze di tutti i segmenti sarà ridotta dalla lunghezza di questo segmento.


"È possibile calcolare la somma di tutti i lati di un quadrilatero?" pensò Apollinaria, "e quale sarà la somma dei lati dei triangoli inscritti nel quadrilatero? Coincideranno o differiranno?" Questi e altri pensieri venivano in mente ad Apollinaria mentre ascoltava l'insegnante.

Comments


bottom of page