top of page
Cerca
  • Immagine del redattoreТимофей Милорадович

Licenziamento che ha portato alla felicità

Aggiornamento: 23 apr 2023




- Ecco mi! Scusi ritardo, capo… È che stavo rileggendo il progetto. E ho visto alcuni errori di trascrizione. Tanto, non sono ancora arrivati vero?


- E menomale che non sono ancora arrivati.. Che cos'è questo?


- Il progetto, capo.


- Ma chi se ne frega del progetto. Parlo di te! Ti… Ti sembra il modo di presentarti per un colloquio importante? Ne va della faccia dell'azienda, maledizione.


- Scusi, mi aveva detto di vestirmi per un meeting importante. Io pensavo di essere adeguata


- Ma io ti ho detto attillata, che so.. un vestito corto… i tacchi. Non hai neanche i tacchi


- Sinceramente, capo, pensavo fosse più importante il progetto rispetto alla mia apparenza, no?


- E da quando.. Da quando una mia dipendente può permettersi di dirmi che cosa è più importante per la mia azienda? Lo sai, sei sempre stata arrogante. Vuoi prendere il mio posto? Bene… Accomodati. Ma fallo da qualcuno che non ha mai capito niente di business. Ora basta, sei licenziata!


- No, no no, capo… Io ci ho lavorato giorno e notte a questo progetto, ma che fa mi licenzia? Ora?


- Stammi bene a sentire! Nel vero business ciò che conta davvero è proprio l’apparenza. Non importa niente e nessuno di quello che dici! Ora, muoviti e riprenditi le tue cose!


- Capo, dov’e’ Maria?


- Lascia stare. Tu farai la mia presentazione


- Io? Io non so nulla, capo


- Tu sei splendida.. va bene? Improvvisa e vedrai che il nostro… come dire….


- Manager


- Il nostro manager rimarrà ammaliato dai tuoi begli occhi. Fine dei problemi

_______


- Eccoci qua


- Piacere, Riccardo


- Piacere


- Il manager dell'azienda Storia Impact Italia


- Certo, guardi le presento la nostra nuovissima capo redattrice editoriale. Non è un gioiello?


………..


- No, no Simo, guarda… è stato imbarazzante. Mi hanno messo davanti una bella ragazza… Forse pensavano di ammaliarmi, ma non sapeva nemmeno di cosa parlava. .. No.. questa azienda è da scartare…. Non hanno proprio capito cio’ cosa conta per noi… Il messaggio che inviamo… Infatti… Aspetta, aspetta.. Sai che misa che mi sono sbagliato? Senti, facciamo cosi, ti richiamo dopo.. Grazie, ciao.. Ah… Lei ancora qui?


- Si… Posso farne una domanda?


- Certo,


- Ha cambiato idea?


- Prima voglio chiederle di chi è questo?


- Si.. Deve essere lei… Si.


- Lei chi?


- Ma no è.. Maria.. una mia… una mia… Ma le interessa questo…


- Certo, che mi interessa… È geniale…. Sa che faccio? Glie la chiamo subito. Se mi dà solo un attimo…


- Il signor Riccardo, vero? È un onore conoscerla dal vivo. Sono la sua grande fan da sempre. Maria, piacere!


- Piacere. Ho trovato questo a terra nel corridoio. Dicono che sia suo


- Ah.. si .. Deve essermi caduto… Quindi mi ha fatto chiamare per questo?


- No, l'ho fatto chiamare perché gli ho dato un'occhiata ed è un progetto incredibile


- La ringrazio! Il problema è che… io non lavoro più per questa azienda. Quindi devo fermarla subito purtroppo. Non firmerò di nuovo un contratto con loro per principi morali. Quindi mi dispiace davvero tanto dirglielo ma… Il lavoro non è più disponibile.


- Perché? Cos’è successo?


- Ma niente, signor Riccardo! Che vuole… le solite piccole incomprensioni che corrono fra dipendente e capo… Lei mi può capire…


- No, sinceramente non la capisco…


- Piccole incomprensioni? Mi pareva che mi avesse detto che non ero abbastanza attraente per questo lavoro e che il mio progetto non valesse niente. Perché in business funziona così, no? Conta l'apparenza e non frega niente a nessuno di ciò che dico. Ma io su questo progetto ci ho lavorato giorno e notte. Io… non le chiamerei piccole incomprensioni queste… Lei mi ha umiliata! Sia come lavoratrice che come donna!


- Le ha fatto questo?


- No! No.. e.. no.. è ovvio che non posso aver fatto una cosa del genere, è Maria che ha capito male…


- Maria, mi dispiace molto! Ma se per lei va bene, le offre un posto come capo redattrice nella nostra azienda. Perché io sono sicuro che farà un ottimo lavoro. In quanto a lei, signor Fabrizio, lasci che le dica due parole: la sostanza vale molto di più dell’apparenza. In un business duraturo quello che conta e’ l'impegno e il sacrificio. E Maria sicuramente queste cose le sa


- Hem… Maria… Per favore… Ti inizierò’ a pagare… il doppio di prima


- Mi spiace ma… la sua azienda non è adatta a ciò che cerco. Riccardo sarebbe un onore per me accettare la sua proposta. Lavorare per lei e la sua azienda è sempre stato un mio sogno. Voglio avere anch'io un impatto sulla vita delle persone. Scelgo la sostanza!

_________


- Speriamo che la storia vi sia piaciuta. Condividendo il video ci aiuterai anche tu a cambiare la vita di qualcuno….

Comentários


bottom of page