top of page
Cerca
  • Immagine del redattoreelenaburan

Imprenditore è arrogante con tutti, Riceverà una lezione di vita



- No, no, no, mandamela per email è subito

- Сiao

- Ma che cavolo!

- Scusi, scusi, posso farle...

- Scusi cosa? Non vede che sono impegnato?

- Volevo farle una domanda

- Ma forse non mi sono spiegato. Sono impegnato

- Mi sa dire dove sono le poste? Sono nuova della zona e non la conosco bene ancora.

- Guardi, non lo so. Chieda a qualcun altro. Non mi faccia essere scortese.

- Ma non le sto dicendo nulla di male.

- Ancora, vuole farmi perdere tutta la mattinata? Guardi io già ho poco tempo con lei, ne ho perso già troppo.

- Guardi che lei non sta perdendo tempo. Ogni cosa che succede è importante e apre nuove strade. La vita è quello che ti succede mentre

fai altri progetti.

- Senta, sta cercando le poste? Eccole lì! Lì in fondo a destra! È scritto a caratteri cubitali. Poste! Era facile, no? E andiamo.

- È lei perché non me l'ha detto prima?


Davide è titolare di un ristorante e vive solamente per il suo lavoro. Passa ogni giorno, rinchiuso lì dentro, trattando male i suoi dipendenti a causa

dell'ossessione che tutto sia perfetto nel minimo dettaglio. Neanche un piccolo errore viene tollerato. Quando finisce con il ristorante e finalmente rientra a casa, viene sommerso dalle pratiche nel quale ci passa anche la notte.

La mattina dopo al suo risveglio ricomincia di nuovo la frenesia della sua giornata, per strada è sempre distratto. Con il cellulare in mano, e non

bada a nulla di ciò che lo circonda la natura, la bellezza, le persone che interagiscono con lui. Le opportunità perse.


- Davide, scusami, c'è qui tuo padre.

- Mio padre? Come mio padre? Maledizione! Puoi continuare tu?

- Certo! Mi scusi, eh. Buongiorno!

- Papa, che ci fai qui?

- Grazie eh sempre gentile. Quando si tratta di lavorare non hai nemmeno tempo per tuo padre.

- Senti, se sei qui per farmi la morale, non è questo il momento, eh.

- Matilde ha avuto un incidente, è grave.

- Come è grave? Che vuol dire?

- Forza, vieni, ti spiego per strada. Tra dieci minuti aprono le visite. Papa, io... non posso venire adesso, forse domani... ma oggi proprio no. Siamo pieni di prenotazione come...

- Domani? Domani che? Dobbiamo fare come l'altra volta? Domani vengo a pranzo? È nessuno t'ha più sentito? L'hai capito? Stavolta, potrebbe non esserci un domani.

- Papà, io ho impiegato anni a costruire tutto questo, non posso sbagliare ora.

- Se stavolta non vieni io non te la perdono. Questa volta non te la perdono. Ma che hai deciso? Hai solo questo! Non hai nessuno accanto a te! Vuoi perdere la famiglia?

- Manuel, mi raccomando, eh

- Tutto sotto controllo.

- Dai, andiamo.

_______

- Davide, buongiorno! Tua sorella come sta?

- Non bene. Non è in uno stato cosciente. Però, sono contento di essere andato a trovarla ieri. Sono convinto che in qualche modo lei sapesse che ero li

- Dai, dai... Sono convinto che andrà tutto bene.

- Sei gentile ma.. non credo. Però sai, una cosa l'ho capito ieri. Ho capito che perso troppo tempo sul lavoro. Ho lasciato indietro le cose importanti della vita i momenti.

- Già!

- Ascolta, ma al ristorante, come è andava?

- Non benissimo.

- Immaginato.

- Sai, molti clienti si sono lamentati per la lentezza del servizio, ma è normale ero qui da solo.

- Fantastico.

- Però sai una cosa? Quando ho spiegato loro la situazione delicata, molti si sono scusati e anzi credo si siano legati di più sia a te che al ristorante hanno apprezzato la tua umanità. Non si può essere sempre perfetti, Davide. E se lo siamo forse perché abbiamo lasciato indietro

qualcos'altro. La vita è imperfetta. Eh, è passata anche lei ieri a sapere come stavi. Ha detto che si voleva scusare per l'altro giorno.

- Ciao

- Ciao

- Ho saputo che sei passata ieri. E.. volevo domandarti scusa per come mi sono comportato

- Non importa. Eri un po nervoso.

- Senti, non è che ti andrebbe di mangiare qualcosa?

- Ti ringrazio, ma non amo mangiare da sola.

- No, non da sola. Ti faccio compagna io.

- E non devi lavorare?

- Ci penserà il mio nuovo socio. Sai, ho pensato che fosse arrivato il momento di prendere una pausa. E di non forzare le cose della vita.

D'altronde la vita è quello che ci succede mentre siamo impegnati a fare altri progetti. Non è così? Prego, ti faccio strada.

- Grazie

____

- Grazie per essere con noi. Speriamo che la storia ti sia piaciuta. Condividendo questo video puoi avere anche tu un impatto nella vita di qualcuno, donando un forte messaggio

Comments


bottom of page